GASTRITE E ULCERA PEPTICA

La tua salute

Sintomi e segni

La gastrite acuta può presentare una sintomatologia molto variabile a seconda della gravità. Nei casi più lievi può essere del tutto asintomatica; nel caso presenti sintomi questi possono essere:

- dolore addominale; viene tipicamente descritto come “bruciore” in sede epigastrica e nel quadrante superiore sinistro, con possibile irradiazione alla schiena. Usualmente il dolore è correlato ai pasti, comparendo 1-5 ore dopo il pasto.

- nausea e vomito;

- eruttazioni;

- ematemesi (emissione di sangue dalla bocca sotto forma di vomito)

- melena (emissione di feci picee per la presenza di sangue digerito)

- anemia ipocromica sideropenica (in relazione alla perdita ematica protratta)

La gastrite cronica si presenta spesso asintomatica, senza quindi alcun sintomo o segno specifico correlabile ad essa. Spesso la sintomatologia aspecifica segnalata è di tipo dispeptico: vago dolore nei quadranti addominali superiori, nausea, pesantezza post-prandiale, difficoltà digestive, meteorismo.

L’ulcera peptica si può presentare con un’ampia varietà di sintomi o, in un piccolo numero di casi (1-2%) essere asintomatica e silente, per poi manifestarsi con una complicanza acuta, più frequentemente un’emorragia . La maggior parte dei pazienti affetti da ulcera lamentano dolore epigastrico con irradiazione posteriore.

Classicamente vengono distinti due quadri clinici per l’ulcera peptica:

- l’ulcera gastrica, caratterizzata da un dolore epigastrico, che insorge precocemente durante il pasto o subito dopo il pasto;

- l’ulcera duodenale, caratterizzata da un dolore epigastrico di tipo urente, che insorge a distanza di due o tre ore dal pasto o durante la notte, e che viene alleviato dall’assunzione di cibo.

Tuttavia questi quadri sono riscontrabili solo in una parte dei pazienti affetti da ulcera peptica, poichè negli altri casi il dolore è meno caratterizzato e specifico, e si accompagna a sintomi dispeptici, come difficoltà digestiva, nausea associata o meno a vomito, senso di gonfiore post-prandiale, eruttazioni, pirosi epigastrica. E’ da ricordare inoltre, che l’ulcera peptica presenta cicatrizzazioni e recidive e questo rende ragione del fatto che la sintomatologia riportata potrà essere descritta come episodica ed intermittente con periodi di benessere e periodi di riacutizzazione.

Complicazioni dell’ulcera peptica
Le complicanze dell?ulcera peptica sono:

- Emorragia; rappresenta la complicanza più frequente. Si manifesta in genere con ematemesi o melena. L’emorragia può essere tale da portare a shock ipovolemico, con grave compromissione generale. Quando è presente uno stillicidio cronico si può instaurare una anemia ipocromica sideropenica. Rischio di emorragia per ulcera gastrica: 25% circa. Rischio di emorragia per ulcera duodenale: 50% circa.

- Perforazione libera in cavità addominale; è una complicanza meno frequente ma molto grave, caratterizzata da violentissimo dolore (a coltellata) e dall’instaurarsi di peritonismo.

- Ostruzione; è la complicanza meno frequente ed è dovuta a stenosi o sub-stenosi pilorica, indotta dalla fibrosi cicatriziale da ulcera prepilorica o duodenale. Si manifesta con vomito post-prandiale, per difficoltà del bolo alimentare al passaggio nel tratto stenotico.

Copyrights © 2019 All Rights Reserved by DOC Generici
P.I / R.I. 11845960159 · R.E.A. 1502371 · Cap. Soc. € 1.560.000 i.v.
TERMINI E CONDIZIONI   -   COOKIE POLICY
INFORMATIVA FORNITORI (versione italiana)   -   INFORMATIVA FORNITORI (english version)   -   INFORMATIVA FARMACOVIGILANZA
Dati di contatto del Responsabile della Protezione dei Dati: DPO@genericidoc.it