fbpx

SALUTE A PROVA DI VACANZE

Il kit medico

Salute a prova di vacanze: il kit medico

Salute a prova di vacanze: il kit medico

900 621 Approfondimenti - DOC Generici

Partire per le vacanze richiede sempre un minimo di preparazione per non correre rischi in caso di bisogno, anche se la meta è una comoda isoletta italiana, munita di tutti i servizi sanitari. A maggior ragione se si è amanti di mete esotiche e viaggi avventurosi. Ecco, quindi, le raccomandazioni dei Centers for Diseases Control (CDC) americani prima, durante e dopo il viaggio.

 

Se amate i viaggi avventurosi alcune accortezze sono d’obbligo

Dal come preparare la valigia al conoscere gli effetti dell’altitudine (in particolare sul vostro corpo), da dove nuotare e cosa fare con gli animali che si incontrano, ci sono alcune raccomandazioni da seguire prima, durante e dopo il viaggio. A spiegarle sono i Centers for Diseases Control americani (CDC).

Il primo presupposto da non sottovalutare è che, in caso di mete poco turistiche e/o attività avventurose:

  • potrebbe esserci poco o nullo accesso a cure mediche;
  • le comunicazioni potrebbero essere poco affidabili;
  • i cambiamenti di clima repentini potrebbero rendere difficili i soccorsi.

Per questo prima di partire è bene informarsi sui possibili rischi per la salute, e andare da un medico specializzato in medicina tropicale (o comunque specifica per il tipo di viaggio che farete). In generale gli step da seguire potrebbero essere i seguenti:

  • Vaccinazioni almeno 4-6 settimane prima della partenza.
  • Se si ha in programma di andare in alta montagna o fare immersioni subacquee, si può chiedere al medico se è opportuno portare farmaci legati a eventuali problemi che potrebbero insorgere in queste attività, facendosi spiegare bene come, quando e se utilizzarli.
  • Sarebbe comunque bene allenarsi per tempo se si ha in programma di fare attività fisica impegnativa e non lanciarsi in attività per le quali il vostro corpo non è preparato.
  • Mettere in valigia un kit con i farmaci prescritti, quelli da banco e primo soccorso.
  • A seconda della meta scelta portare protezione solare, repellenti per insetto e disinfettanti per le mani.
  • Affidarsi a guide o compagnie di viaggio affidabili.
  • Una volta partiti, indossare protezioni adeguate al tipo di vacanza, come elmetti o giubbotti salvavita, e se si va ad altezze molto elevate scendere gradualmente.
  • Se non si è certi, evitare di nuotare in laghi e fiumi per possibili infezioni.
  • Non bere alcol prima delle attività all’aperto perché può rallentare i tempi di reazione.
  • Usare protezione solare e repellente.
  • Evitare gli animali randagi o selvatici per il rischio di rabbia e altre infezioni e prendere i farmaci per la malaria se prescritti.
  • Se si ha la febbre durante o dopo il viaggio in aree malariche, anche fino a un anno dopo, è fondamentale non sottovalutarla e andare subito dal medico.
  • Se una volta tornati a casa non ci si sente bene, può essere opportuno andare da uno specialista, raccontandogli dove si è andati e le attività fatte, se si è stati morsi o graffiati da un animale.

 

Fonte:
https://www.issalute.it/index.php/notizie/762-da-valigia-a-kit-medico-come-prepararsi-a-vacanza-avventura?highlight=WyJ2YWNhbnplIl0=