IPERTENSIONE ARTERIOSA

La tua salute

Introduzione

La pressione arteriosa è la pressione che è necessaria al sangue per scorrere nelle arterie e portare ossigeno ai tessuti del nostro corpo. Valori di pressione arteriosa elevati (ipertensione arteriosa) rappresentano un importante ed accertato fattore di rischio per numerose malattie cardiovascolari, come la cardiopatia ischemica (angina ed infarto), lo scompenso cardiaco, l'insufficienza renale, l'ictus cerebrale, l'arteriopatia periferica.

Il sistema cardiovascolare è schematicamente formato dal cuore e da vasi sanguigni, arterie e vene, che contengono e trasportano il sangue nel circolo sistemico. Il cuore funge da pompa aspirante/espellente, ed è formato da due atri e due ventricoli. Durante la fase di espulsione (SISTOLE) le valvole aortica e polmonare si aprono, e la contrazione muscolare dei due ventricoli destro e sinistro determina l'immissione del sangue nel circolo sistemico e nel circolo polmonare, generando all'interno dei vasi arteriosi una pressione (detta pressione sistolica o pressione massima). Conclusa la contrazione i ventricoli si distendono (DIASTOLE) il sangue ritorna attraverso le vene, la valvola aortica e polmonare si chiudono, la pressione all'interno dei vasi arteriosi diminuisce, ma si mantiene in ragione del ritorno elastico delle arterie, determinando la pressione diastolica o pressione minima. La pressione arteriosa dipende dalla quantità di sangue pompato dal cuore, dalla forza di contrazione del muscolo cardiaco e dalla resistenza al flusso dei vasi. Schematicamente: Pressione Arteriosa (PA)=Gittata cardiaca x Resistenze Periferiche (RP). I meccanismi con cui si sviluppa l'ipertensione possono agire mediante aumento delle resistenze periferiche e/o aumento della portata cardiaca: Ipertensione = aumento della gittata cardiaca e/o aumento delle resistenze periferiche. L'aumento della gittata cardiaca può avvenire sia attraverso la stimolazione del sistema nervoso simpatico, che può indurre un aumento della frequenza cardiaca e della contrattilità, sia aumentando il volume dei liquidi circolanti, inducendo in tal modo un aumento del precarico. Un ruolo fondamentale nella regolazione dei liquidi circolanti è svolto dal rene; il sodio gioca un ruolo importante, in quanto la ritenzione renale di sodio induce un aumento dei liquidi. Il rene, con il sistema renina-angiotensina-aldosterone, influisce anche sulle resistenze periferiche tramite vasocostrizione.

E' ormai noto come l'ipertensione arteriosa sia causa di aterosclerosi: infatti l'aterosclerosi (ATS) sussiste solo nei distretti esposti a pressione sistemica elevata; non esiste ATS dell’arteria polmonare in condizioni fisiologiche, ma si può manifestare invece se vi è ipertensione nel distretto polmonare; maggiore è l'ipertensione arteriosa , maggiore è l’estensione delle lesioni aterosclerotiche e più frequenti sono le loro complicanze. Inoltre, la riduzione della pressione arteriosa porta a riduzione delle sue complicanze d’organo nella patologia ischemica cerebrale e coronarica.

Copyrights © 2016 All Rights Reserved by DOC Generici
TERMINI E CONDIZIONI   -   COOKIE POLICY
P.I / R.I. 11845960159 · R.E.A. 1502371 · Cap. Soc. € 1.560.000 i.v.