INCONTINENZA URINARIA

La tua salute

Introduzione

L'incontinenza urinaria è stata definita dall'ICS (International Continence Society ) come una condizione che si instaura quando vi è la perdita involontaria di urina, così dimostrabile da creare un problema igienico o sociale.

Da un punto di vista anatomo-funzionale, il tratto urinario inferiore è costituito dalla vescica, il collo vescicale, l'uretra e il pavimento pelvico. La vescica è un organo cavo, destinato alla raccolta per la successiva eliminazione dell'urina prodotta dai reni, e giunta alla vescica attraverso gli ureteri. La parete vescicale è formata da tre strati che, dall'interno all'esterno dell'organo, sono: il rivestimento mucoso (urotelio), lo strato intermedio muscolare (detrusore) e lo strato esterno (avventizia). Il collo vescicale è situato alla base della vescica e la sua integrità è importante nel mantenimento della continenza. L'uretra è la parte più distale del tratto urinario, ha una lunghezza nella donna di circa 3,5-4 cm ed un diametro di 6 mm. Nella porzione più vicina alla vescica le fibre dello sfintere striato circondano l'uretra, mentre nella sua porzione media le fibre dello sfintere striato si rapportano con le strutture della vagina. La parete uretrale è formata da una tonaca mucosa e da una tonaca muscolare (muscolo liscio involontario e muscolo striato volontario). Il pavimento pelvico mantiene in sede l'uretra e gli organi pelvici; quando alterandosi, diminuiscono i meccanismi di sospensione (fascia endopelvica) o di supporto (muscoli del perineo) insorge il prolasso. L'incontinenza urinaria è la conseguenza di alterazioni neurofunzionali del detrusore, dello sfintere uretrale o di patologie della statica pelvica (prolasso).

Copyrights © 2016 All Rights Reserved by DOC Generici
TERMINI E CONDIZIONI   -   COOKIE POLICY
P.I / R.I. 11845960159 · R.E.A. 1502371 · Cap. Soc. € 1.560.000 i.v.